Informativa. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo
  • Modellismo

  • "Sa, Numero Uno, si è perso qualcosa a non giocare con i modellini. Erano la fonte di viaggi immaginari, ognuno dei quali aveva il suo tesoro di avventure. Equipaggiare il primo veicolo spaziale, far volare un aeroplano con una sola elica a tenerti nel cielo. Può immaginarlo?" - J.L. Picard

Enterprise NCC-1701 D

Indimenticabile Enterprise di Next Generation, la serie cha ha rilanciato Star Trek

Enterprise D

Enterprise NCC-1701 D

Enterprise serie classica

Enterprise TOS

USS Voyager

USS Voyager, dispersa nel lontano quadrante delta

USS Voyager

X-Wing

Sì, c'è anche Star Wars!

X-Wing

Non c’è dubbio: un diorama in cui le figure siano personaggi riconoscibili, sia del mondo reale che di quello televisivo, colpisce maggiormente l’attenzione dello spettatore. Mi è capitato di postare immagini dei modellini aspettandomi di aprire discussioni sulle tecniche o sui colori utilizzati, per ritrovarmi invece coinvolto in interi thread a rievocare le migliori scene di questo o quel personaggio, il migliore attore, la musica più bella…

Il decimo dottore e Rose, sono fra i personaggi più amati dell’intero arco narrativo del Doctor Who. A Rose è dedicato il titolo del primo episodio del reboot, ormai risalente al lontano 2005. In breve, Rose, commessa di un grande magazzino londinese, è descritta fin dall'inizio come una persona di animo semplice, aperta e molto determinata. Un giorno però, un’orda di manichini animati tenta di rapirla e, quando tutto sembra perduto, un misterioso “dottore” le tende letteralmente la mano e le grida “corri!”. Da questo momento, diviene la compagna di viaggio del nono dottore e poi del decimo. Con il decimo nasce una storia d’amore quasi inconfessata, il cui triste epilogo sarà l’eterna separazione in due distinte dimensioni dello spazio e del tempo (in seguito però…).

Il dottore è realizzato modificando un figurino di aviatore tedesco della seconda guerra mondiale. Modificare un figurino è abbastanza facile. L’aviatore andava prima di tutto “spogliato”: armandomi di limetta e carta abrasiva, ho rimosso il berretto, il giubbotto e ho ridotto il volume dei pantaloni militari.
A questo punto il figurino andava rivestito. Ho utilizzato dei pezzettini di carta inumiditi con colla vinilica, per creare una base su cui simulare giacca e cappotto. Con dello stucco ho rifinito i vestiti in carta, con il duplice scopo di irrigidirli e aggiungere dettagli, come le tasche entro cui spariscono le mani. Per realizzare il bavero del cappotto ho invece ritagliato un sottile foglio di stirene, su cui poi ho lavorato con lo stucco. Con gli stessi materiali ho fatto emergere la cravatta e qualche dettaglio della camicia. Con la materia verde ho realizzato i capelli.

 

Decimo dottore - creazione dei vestiti
Decimo dottore - creazione dei vestiti

Con un po' di pazienza, il dottore era pronto. La realizzazione di Rose è però tutt’altra storia, perché è stata interamente scolpita da zero.
Ma di questo, ti racconterò nel prossimo post.

Dopo più di trent’anni di girovagare nello spazio, desideravo regalare al popolo della base lunare Alpha un mondo abitabile, bello e calmo, senza alieni ostili o che non fosse fatto interamente di letale antimateria. Il sottoscritto aveva il desiderio di cimentarsi in un semplice diorama.

Diorami

Perché non creare un piccolo diorama dedicato al Dottor Who, visto che l’omonima serie é una delle serie di fantascienza più longeve della storia della televisione? Favorito dalla piccola scala 1/72, credo che realizzerò più di un diorama in cui la cabina blu sia un’ironica e inquietante protagonista.

Tardis

Se sei appassionato di fantascienza e anche di modellismo, la tua strada non può non incrociare la rotta dell’Enterprise "refit" in scala 1/350. Un simile modello, esagerato nelle dimensioni (90 cm di lunghezza), richiede tempo, pazienza e, cosa non trascurabile, una vetrina molto grande.

Scala grande

L’auto-costruzione, ovvero realizzare un modello da zero, creando i singoli pezzi invece di acquistare un kit, non è quasi mai necessaria. Talvolta però può accadere che non esista ancora in commercio un kit del modello che desideriamo realizzare. Con un po’ di pazienza, si può produrre un kit fatto in casa.

Auto costruzione

L’universo di Harlock. Malgrado il passare degli anni e il susseguirsi di vari OAV dedicati all’argomento, il caccia SW-190 è rimasto sempre invariato nel suo disegno base. Presentato in diverse versioni, questa versione “nera” equipaggiata per il pirata dello spazio in persona, mi ha molto affascinato.

Anime: Harlock/1

L’universo di Harlock. Vero e proprio personaggio della saga, l’Arcadia, nelle sue diverse versioni, testimonia come l’abilità di Leji Matsumoto nel rappresentare la tecnologia futuristica sia andata ben al di là della pura competenza figurativa, regalandoci disegni di navi e mezzi dotati di una fortissima personalità.

Anime: Harlock/2